Il porcellum resiste, e Monti se ne dispiace

6 novembre 2012 12:230 commentiDi:

In politica, ormai si sa, ognuno cerca di portare avanti i propri interessi di partito e fa molta attenzione alla questione della convenienza. Non che ci sia niente di male, anzi, la democrazia vive proprio di battaglie e di tentativi di far prevalere il proprio punto di vista, sempre in maniera corretta, s’intende.


Una situazione che tocca pure la questione della nuova legge elettorale. I partiti non sembrano essere in grado di trovare un punto di convergenza e il premier Monti dichiara di essere “rammaricato” per questo. Monti ha detto che il suo Governo non intende intervenire sulla questione, lasciando ai partiti l’onere di trovare un compromesso e cambiare una legge elettorale da più parti criticata.

Il Governo Monti non metterà il naso sulla questione, quindi, anche se potrebbe. Tornare alle preferenze o lasciare le liste bloccate, diminuire o abolire il premio di maggioranza ecc. sono questioni che riguardano calcoli e convenienze politiche, almeno per il livello del dibatitto odierno. Le stesse questioni riguardano però anche le regole del gioco, e sarebbe bene chiarirle quanto prima.






Tags:

Lascia una risposta