Posti di lavoro a rischio con la riforma Fornero secondo Giulio Tremonti

27 agosto 2012 13:490 commenti

I lavoratori con contratto a tempo determinato prossimo alla scadenza farebbero bene ad iniziare già da ora a consultare gli annunci di lavoro e ad inviare alle aziende con posizioni aperte il loro curriculum vitae corredato da una lettera di presentazione efficace e convincente. Secondo quanto affermato dall’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti, infatti, il prossimo autunno numerosi lavoratori rischiano di ritrovarsi senza lavoro perché non si vedranno rinnovare il contratto a termine.

Dunque, sarà questo l’effetto della riforma del lavoro del ministro Fornero, che a suo avviso avrà tra le varie conseguenze negative quella di riproporre una seconda versione della fase esodati, solo che per i primi si è riusciti ad offrire una forma di tutela mentre questi ultimi andranno a casa senza ricevere alcun sostegno.


Secondo Tremonti, il punto di partenza della riforma è giusto, ma sono totalmente sbagliati i tempi e i contenuti: i tempi, in quanto difficilmente un imprenditore deciderà di assumere un lavoratore a tempo indeterminato durante il prossimo autunno, quando è attesa una dura fase della crisi economica; i contenuti sono invece sbagliati in quanto si è commesso l’errore di applicare la cosiddetta tecnica del legislatore onnipotente, ovvero quella tipica di chi pensa di poter modificare la realtà con la legge.

L’ex ministro è talmente convinto degli effetti dannosi di questa riforma che addirittura invita il governo ad emanare un decreto che sospenda l’applicazione delle norme in essa contenute, in quanto a suo avviso bisogna avere il coraggio di dire stop quando durante la prima fase sperimentale si capisce che gli effetti prodotti sono negativi.

 

 






Tags:

Lascia una risposta