Primarie e caos Pdl

20 novembre 2012 13:160 commentiDi:

Il segretario del Pdl Angelino Alfano si sta battendo per organizzare le primarie del suo partito, ma sono tanti i dubbi e i problemi sulla riuscita delle stesse. L’obiettivo del partito è quello di rifarsi il look e di puntare ad una nuova immagine che sappia di ringiovanimento, ma le questioni aperte sono tante.

Per prima cosa, non ci sono i tempi per fare le primarie all’americana, come voleva il segretario. Poi c’è Berlusconi che non sembra appoggiarle come ha già dimostrato.  E ci sono anche le paure del fallimento dell’operazione e le poche risorse a disposizione.

Le primarie del Pdl comunque si faranno. Ormai non ci si può più tirare indietro, anche se nel partito c’è la consapevolezza che ci si gioca una partita importante. I sondaggi continuano a certificare il crollo del Pdl e quindi le primarie vanno gestite bene.

► Primarie Pdl, Giampiero Samorì scende in campo?

I candidati intanto sono 11, in attesa di controllare le 10 mila firme autenticate richieste. L’ultima arrivata è Giorgia Meloni che giustifica la sua candidatura con la critica ad un eventuale Monti bis. Ma la Meloni è una ex An, e gli ex An del Pdl sono con Alfano. Il rischio legato a questa candidatura, che appunto gli ex An hanno cercato di fermare, è quello che vengano scompaginati i piani dei vertici del partito.

► Primarie Pdl, Galan si candida

I candidati a leader del Pdl, dicevamo, sono 11 e sono Alfano, Galan, Santanché, Crosetto, Samorì, Biancofiore, Cattaneo, Meloni, Mussolini, Sgarbi e Marra. Alla fine, comunque, potrebbero essere di meno quelli che effettivamente concorreranno per vincere.

 

 

Tags:

Lascia una risposta