Riduzione tasse per Monti è una necessità

11 febbraio 2013 14:110 commenti

Qualora dovesse essere confermato al comando del prossimo Governo, il Premier uscente Mario Monti ha già chiaro il suo piano d’azione: in primo luogo l’intenzione è quella di abbassare le tasse. Una mossa derivante dalla lampante necessità di venire incontro agli italiani in un momento così difficile.

Il leader di Scelta Civica ha ribadito le sue volontà al termine di un meeting tenutosi presso la sede monzese di Confindustria. Monti ha spiegato che “Altro è dover ricondurre al pareggio in poco tempo un bilancio abbastanza dissestato com’era quello italiano un anno e mezzo fa e questo non permetteva di essere dolci in materia di tasse”. In relazione a ciò, per Monti “Altro è disegnare un futuro di 5 anni di una legislatura partendo da un bilancio pubblico strutturalmente in pareggio sull’arco di 5 anni”.


Riduzione graduale

Secondo il premier uscente, l’attuale situazione richiede e offre (contemporaneamente) la possibilità di ridurre gradualmente le varie tasse se non ci si adopera in parallelo per una forte azione di contenimento della spesa pubblica e di continuazione della lotta all’evasione.

Il tema dell’incontro tenutosi ieri presso l’Associazione degli Industriali di Monza e Brianza, a Monza, è stato quello di un confronto sulle argomentazioni economico-finanziarie che interessano aziende professionisti e le famiglie brianzole.






Tags:

Lascia una risposta