Risultati primarie Pd: Bersani batte Renzi

26 novembre 2012 21:390 commenti

Pier Luigi Bersani chiude il primo turno delle primarie con il 44,9%, dunque con nove punti di vantaggio contro l’avversario Matteo Renzi.

Il sindaco di Firenze chiude a 35,6% il primo turno. I due contendenti chiudono dunque con duecentonovantamila voti di scarto, a favore di Bersani.

Una rimonta di Renzi non è possibile secondo gli analisti, che a riguardo si mostrano pessimisti. Renzi è il nuovo che fatica ad emergere, secondo gli esperti.

Domenica si vedrà se Renzi, che in mattinata ha polemizzato sui dati, riuscirà a eguagliare e superare l’attuale segretario del Pd.

► Ballottaggio Bersani-Renzi

Renzi ci crede, considera il margine assolutamente colmabile e allontana le critiche di coloro che gli hanno imputato di trascurare Firenze per dedicarsi alla campagna elettorale. Domenica si presenterà come un giocatore che dovrà dare tutto per vincere la partita di ritorno. Ha prospettato dunque una tattica attendista, il cui momento catartico sarà quello della ripartenza in contropiede. Sempre per restare in tema calcistico, Renzi metterebbe volentieri il suo avversario in panchina o in tribuna. Se un giorno dovesse diventare segretario del Pd (o Premier) da “allenatore” potrebbe farlo tranquillamente. Per il momento la sua carica “agonistica” è un propulsore per dargli la forza necessaria per i prossimi sei giorni.

Bersani, che intanto pensa a Vendola (negando però di ‘mercanteggiare’ con lui), è avvisato. Chi sarà dunque il prossimo candidato a Premier del Pd?

 

 

Tags:

Lascia una risposta