Rubygate la giovane marocchina cambia ancora avvocato

16 luglio 2011 21:080 commenti

La giovane marocchina Karima El Mahroug, alias Ruby, all’origine dello scandalo che ha coinvolto il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ancora una volta, ha cambiato avvocato. Lo ha annunciato lo stesso legale licenziato dalla ragazza, annullando una conferenza stampa che era prevista per la giornata di ieri.

“La mia ex cliente non era d’accordo con le modalità di difesa proposte, pertanto il rapporto di fiducia esistente è svanito, ciò ha comportato l’annullamento del mio mandato”. Ha dichiarato l’avvocato Egidio Verzini, citato dall’Ansa.

Il processo Rubygate, vede il cavaliere Silvio Berlusconi accusato di aver pagato in una decina di riprese, prestazioni sessuali da parte di Ruby,  tra i mesi di febbraio e maggio 2010, mentre era ancora minorenne, un reato punibile con tre anni di carcere.


Entrambi (Berlusconi e Ruby) negano tali accuse.

Il Premier è perseguito anche per concussione, ossia per aver fatto pressione su un agente di polizia affinchè rilasciasse la ragazza, che era stata fermata nel milanese per furto.

Berlusconi si era, quindi, giustificato, di essere intervenuto per evitare un incidente diplomatico, in quanto la giovane Ruby si era presentata come la nipote di Hosni Mubarak, l’allora presidente egiziano.

Ruby, ora, ha ripresentato il mandato all’avvocato  Paola Boccardi,  che la rappresentava prima che rimettesse la sua difesa all’avvocato Verzini.

Egidio Verzini era il quarto avvocato assunto dalla giovane marocchina.

La prossima udienza relativa al processo Rubygate è prevista per il prossimo lunedì.

Articolo correlato: Rubygate un punto a favore di Berlusconi

Ultimo aggiornamento 16 luglio 2011 ore 23,05






Tags:

Lascia una risposta