Sallusti ai domiciliari con la Santanchè

26 novembre 2012 21:500 commenti

Qualcuno si aspettava la riforma Sallusti, ma il ddl in favore del giornalista non c’è stato. La riforma del reato di diffamazione a mezzo stampa era in discussione presso il Senato da un paio di mesi. Il ddl è stato però bocciato in aula con 123 contrari che hanno espresso segretamente il loro voto. Tutto archiviato.

Così il Direttore del Giornale Alessandro Sallusti, condannato definitivamente a un anno e due mesi di reclusione, finisce agli arresti domiciliari. La Procura di Milano glieli concede e Sallusti li trascorrerà a casa della compagna Daniela Santanchè.

► Renato Farina rivendica l’articolo per il quale è stato condannato Sallusti

Il Pdl (per bocca di Gasparri) non ha partecipato al voto.
Intanto il caso Sallusti è destinato a far discutere ancora per molto tempo. Sicuramente fino alla prossima legislatura. Anna Finocchiaro ha infatti rinviato la questione sperando in tempi migliori. Con lei Francesco Rutelli che considera pessima la legge in vigore e si è scagliato contro coloro che hanno censurato la battaglia con una campagna ai limiti dell’assurdo.
Per Luigi Li Gotti di Idv si parla di fine dell’accanimento terapeutico. L’Italia si chiede quale sia la via più giusta in questo caso, mentre Sallusti lascia il carcere per recarsi al domicilio assegnatogli.
Tags:

Lascia una risposta