Scuola solo un mese di vacanze per prof e studenti

29 gennaio 2013 11:240 commenti

Dimenticate i tradizionali tre mesi di vacanza da giugno a settembre. Dimenticate il mare e la montagna e le abbronzature da capogiro. Studenti e professori, presto, dovranno abituarsi all’idea che le vacanze estive dureranno soltanto un mese.

Così si legge all’interno delle bozza sulla riforma del mercato del lavoro presentata dai centristi.

“Le vacanze estive durino solo un mese”

L’ipotesi, come si legge nel documento redatto e reso pubblico nella giornata di ieri durante una riunione tenutasi nello studio del giuslavorista ex Partito Democratico Pietro Ichino, è la seguente: una riforma del calendario scolastico. Tale riforma dovrà essere in grado di limitare ad un mese esatto le vacanze del periodo estivi. L’accordo dovrebbe essere firmato sulla base della partecipazione volontaria delle famiglie.

► Come effettuare iscrizioni online scuola

“Le vacanze estive durino solo un mese”

Nel documento si legge inoltre che tale misura non ha l’intenzione di configurarsi come un aggravio sul lavoro degli insegnanti. La necessità è quella di rendere più moderni i sistemi attuali, poiché risultano essere penalizzanti per i genitori che lavorano.

Sarà dunque dato più spazio alle attività sportive e a quelle di recupero.

Gli istituti scolastici dovrebbero rimanere aperti 11 mesi l’anno. Si cercano alternative per reperire spazio. Ogni scuola dovrà e potrà avere più autonomia su come impiegare il tempo extra.

La smentita di Scelta Civica

Intanto, però, il responsabile della campagna elettorale di Scelta Civica, Mario Sechi, smentisce: secondo Sechi non è prevista nessuna limitazione a un mese per quanto concerne le vacanze estive scolastiche.

► Monti fiducioso su futuro Italia

La riforma del mercato, Sechi ci tiene a ribadirlo, è oggetto del lavoro di un gruppo di economisti di concerto con il giuslavorista Pietro Ichino. Essa sarà presentata nei prossimi giorni.

Sechi, dunque, non la incanala come una riforma propota da Mario Monti. La bozza, però, contiene di fatto l’ipotesi di limitare le vacanze. Tuttavia non è ancora stata sottoposta al vaglio dei vertici preposti.

Tags:

Lascia una risposta