Home / Politica italiana / Stop al finanziamento pubblico dei partiti

Stop al finanziamento pubblico dei partiti

enrico lettaStop al finanziamento pubblico dei partiti. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri oggi, approvando la fine del finanziamento per come è stato interpretato sino ad oggi. Per il Premier Enrico Letta si tratta di un passo importante: “Lo avevamo promesso e abbiamo mantenuto la promessa”.

Poi, Letta aggiunge: “Spero che il Parlamento lo approvi rapidamente perché ne va della credibilità del sistema politico”. Parole che arrivano durante la conferenza stampa di palazzo Chigi.

L’argomento è di quelli delicati e Letta si dice sicuro e convinto che le forze politiche si siano impegnate su questo. Per quanto concerne il fatto che è stato approvato con la formula “salvo intesa” Letta ha dichiarato: “È soltanto legata alla bollinatura della Ragionaria e non alla parte politica perché i nodi politici sono già risolti e la coesione politica della maggioranza è stata importante”.

Il disegno di legge contempla l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti graduale e spalmata nell’arco di un triennio.

Il finanziamento diminuirà al 60% il primo anno, al 50% il secondo anno e al 40% al terzo anno, per poi essere abolito del tutto.

Un passo importante, questo, che sicuramente farà aumentare l’appeal dell’esecutivo guidato dal giovane Premier. Ora tutto dipenderà anche dal meccanismo fiscale.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *