Stop al finanziamento pubblico dei partiti

31 maggio 2013 19:160 commenti

enrico lettaStop al finanziamento pubblico dei partiti. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri oggi, approvando la fine del finanziamento per come è stato interpretato sino ad oggi. Per il Premier Enrico Letta si tratta di un passo importante: “Lo avevamo promesso e abbiamo mantenuto la promessa”.

Poi, Letta aggiunge: “Spero che il Parlamento lo approvi rapidamente perché ne va della credibilità del sistema politico”. Parole che arrivano durante la conferenza stampa di palazzo Chigi.

L’argomento è di quelli delicati e Letta si dice sicuro e convinto che le forze politiche si siano impegnate su questo. Per quanto concerne il fatto che è stato approvato con la formula “salvo intesa” Letta ha dichiarato: “È soltanto legata alla bollinatura della Ragionaria e non alla parte politica perché i nodi politici sono già risolti e la coesione politica della maggioranza è stata importante”.

Il disegno di legge contempla l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti graduale e spalmata nell’arco di un triennio.

Il finanziamento diminuirà al 60% il primo anno, al 50% il secondo anno e al 40% al terzo anno, per poi essere abolito del tutto.

Un passo importante, questo, che sicuramente farà aumentare l’appeal dell’esecutivo guidato dal giovane Premier. Ora tutto dipenderà anche dal meccanismo fiscale.

Tags:

Lascia una risposta