Home / Politica italiana / Sul Nazareno Berlusconi si sente raggirato: Silvio parla di patti segreti

Sul Nazareno Berlusconi si sente raggirato: Silvio parla di patti segreti

Silvio Berlusconi, durante la trasmissione Porta a Porta, ha affermato che il Partito Democratico non è stato fedele a quelli che erano i contenuti precisi che erano previsti dal cosiddetto Patto del Nazareno che fu siglato tra lo stesso leader di Forza Italia e Matteo Renzi. In studio da Bruno Vespa, Berlusconi ha rilevato alcuni retroscena su quell’accordo che non è mai stato completamente rivelato. L’intesa, ha detto il leader di Forza Italia, prevedeva anche il suo ritorno alla vita politica attiva ma, come noto, in realtà questo non si tradusse in alcunché di concreto poichè, per molti mesi, Berlusconi fu costretto, a causa dell’applicazione della Legge Severino, a restare ancora lontano dalla prima linea politica.

La presenza tra le clausole del patto del Nazareno di un simile accordo sulla modifica della Severino è stata chiaramente negata con tutte le forze dal Partito Democratico che ha già fatto sapere che quello che ha affermato Berlusconi nel programma Porta a Porta non corrisponde a verità e che tra il Pd e Forza Italia ci fu solo un accordo di tipo politico e nulla di più. Alla replica del Partito Democratico non è poi arrivata alcuna controreplica da parte del numero uno di Forza Italia che sembra oramai completamente proiettato nella nuova alleanza con la Lega di Salvini e Fratelli d’Italia della Meloni. Anche su questo punto, Berlusconi è intervenuto nel salotto di Vespa. Il leader di Forza Italia ha affermato che alla fine saranno i numeri e solo quelli a dire chi sarà il capo della nuova coalizione di centro destra. Chiaramente, ha quindi aggiunto l’ex Cavaliere, chi guiderà la coalizione sarà anche il naturale candidato premier anti-renziano alle prossime elezioni politiche che, al netto di eventuali scossoni di governo, dovrebbero tenersi alla naturale fine della legislatura ossia nel 2018.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *