Acido acetilsalicilico con gastroprotettore disponibile in Italia

7 aprile 2013 12:550 commentiDi:

Alcune patologie tipiche del sistema cardiovascolare, come l’infarto del miocardio e l’ictus cerebrale, richiedono di essere trattate con farmaci in maniera preventiva soprattutto nei cosiddetti pazienti ad alto rischio.

Nel trattamento preventivo di queste malattie fino ad oggi si era usato con successo l’acido acetilsalicilico, ma questo doveva essere sempre abbinato anche ad un gastroprotettore per evitare l’ insorgere di altre patologie ai danni degli organi del sistema gastrointestinale.

Che cosa si intende per ictus

Ma nel mondo dei farmaci c’è una buona novità, cioè l’arrivo anche in Italia di una capsula in cui questi due farmaci sono entrambi presenti e che eviterà a molte persone l’assunzione di due tipi di farmaci diversi contemporaneamente.

La nuova capsula, infatti, a base di acido acetilsalicilico e esoprazolo, ovvero il gastroprotettore, sarà in grado di proteggere i pazienti da possibili ulcere e di migliorare l’aderenza dei soggetti ad alto rischio cardiovascolare.

> In arrivo la cardioaspirina con l’anti-ulcera

L’acido acetilsalicilico assunto da solo infatti ha il potere di far perdere al muco dello stomaco la sua funzione protettiva e le sue proprietà idrorepellenti, così che i succhi gastrici dello stomaco riescono ad attraversarlo con facilità arrivando a corrodere le pareti dell’organo stesso.

 

 

Tags:

Lascia una risposta