Allarme tubercolosi a Torino

28 settembre 2012 10:520 commenti

La tubercolosi, malattia che ormai si sperava fosse stata definitivamente debellata, è tornata a far paura. L’ultimo allarme arriva da Torino, dove pare siano addirittura dieci i casi accertati.

Tutto ha avuto inizio lo scorso marzo, quando un ragazzo di 20 anni ha contratto la tubercolosi polmonare infettiva, contagiando anche un suo amico che frequentava la sua stessa scuola ma in una classe diversa. Successivamente è risultato affetto dalla stessa malattia un terzo ragazzo che era nella stessa classe del primo. A quel punto la Procura di Torino ha aperto un’indagine e ha preteso che venissero sottoposti ad esami accurati tutti coloro che frequentavano la stessa scuola dei tre ragazzi che avevano contratto la tubercolosi. Sono così state individuate altre sette persone contagiate, di cui sei ragazzi e un professore.


Alla fine, tuttavia, proseguendo l’indagine, si è capito che tutte le persone che avevano contratto la malattia frequentavano la stessa palestra, per cui probabilmente il contagio era partito da lì e non dalla scuola. Pertanto si è provveduto a metterla in sicurezza.

La tubercolosi, un tempo una malattia mortale, oggi può essere curata, ma solo se presa per tempo. Il contagio avviene attraverso goccioline di saliva emesse con starnuti, colpi di tosse, baci,ecc. Tra i fattori di rischio più importanti figura quindi senza dubbio la lunga permanenza in ambienti chiusi a contatto con uno o più individui malati.






Tags:

Lascia una risposta