Aperta inchiesta sui vaccini contro l’influenza

30 ottobre 2012 17:170 commenti

La procura di Torino ha aperto  un’inchiesta a seguito di un esposto presentato dal Codacons sulla vicenda riguardante il ritiro dal mercato dei vaccini antinfluenzali della Crucell e della Novartis a causa del rilevamento di anomalie nella loro composizione. Nelle scorse settimane, ricordiamo, la Crucell ha ritirato 2,3 milioni di dosi di vaccino dopo avere rilevato anomalie sulla sterilità, mentre il ritiro dei vaccini della Novartis è stato disposto dall’Aifa in via cautelativa dopo che nella loro composizione era stato rilevato un fenomeno di aggregazione proteica. I reati ipotizzati nei confronti delle aziende produttrici del vaccino sono interruzione di pubblico servizio, omissione di atti d’ufficio, adulterazione di farmaci e inadempimenti di contratti di pubblica salute.


A prescindere dalla eventuale responsabilità delle aziende sopra citate, la tabella di marcia della campagna di vaccini antinfluenzali non subirà alcuna variazione, così come pure non ci sarà alcun problema riguardo all’approvvigionamento. Ad affermarlo è stato il ministro della Salute, Renato Balduzzi, che ha definito la situazione assolutamente tranquilla e gestibile.

Nonostante le rassicurazioni arrivate da Balduzzi, i timori delle autorità sanitarie restano. Attualmente si stima un calo del 20% circa per via della diffidenza dei cittadini a farsi vaccinare dopo le notizie delle ultime settimane. La Centrale acquisti della Regione Lomabrdia, che si occupa dei rifornimenti, ha infatti già ridimensionato gli ordini. Solo su Milano si stima un fabbisogno di 167.700 fiale, molto meno delle 215.000 iniziali.






Tags:

Lascia una risposta