Home / Salute / Asma: il nemico è in casa, aprite con cautela le finestre

Asma: il nemico è in casa, aprite con cautela le finestre

La causa dell’asma dei nostri figli potrebbe essere nelle nostre case. Una scoperta sconvolgente preoccupa i genitori di tanti bambini e adolescenti, perché secondo alcuni esperimenti condotti, il livello di biossido di azoto contenuto in una normale casa potrebbe essere troppo alto e causare così l’asma.

Il biossido di azoto è un inquinante molto irritante per le vie respiratorie ed è il  maggior responsabile della comparsa di disturbi di tipo respiratorio come l’asma.

Si era sempre pensato che fossero i prati in fiore o i luoghi troppo polverosi a causare allergie; ed invece secondo gli studi effettuati dall’Istituto di Biomedicina ed Immunologia di tipo molecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche ( brevemente Ibim-CNR) sarebbe proprio l’inquinamento Indoor.

Durante la sperimentazione sono state oltre trecento le abitazioni con uso esclusivamente domestico di Palermo ad essere  state analizzate. Si parla di livelli molto alti di biossido di azoto (in breve NO2), circa il 25% in più rispetto ai limiti consentiti. Lo studio ha poi dimostrato un nesso esistente con l’insorgenza di allergie o asma negli adolescenti e gli alti livelli di biossido di azoto contenuto nelle loro case.

L’inquinamento indoor è quello che deriva da qualsiasi processo di combustione prodotto in atmosfera e contenuto nella abitazione domestica, e che quindi potrebbe provenire ad esempio da caldaia a gas o dal traffico esterno cittadino.

Aprire le finestre nelle ore dove il traffico è più intenso è sicuramente una mossa sbagliata, anzi al contrario andrebbero chiuse per bene, ma senza far poi ristagnare troppo l’aria. Al mattino presto o alla sera tardi sono i momenti della giornata più consigliati per arieggiare le abitazioni.

I casi di allergie e di asma sono infatti sempre più frequenti tra bambini ed adolescenti e bisogna presto ricorrere ai ripari. La ricerca in questo senso sta facendo dei passi enormi. Rimane sempre il fatto che condurre una vita quanto più sostenibile possibile è l’impegno che ogni cittadino dovrebbe avere. Meno spreco significa meno inquinamento.

 

Loading...