Autismo e caso Montinari – Un nuovo Stamina?

27 marzo 2014 18:330 commentiDi:

autismo

Sta facendo molto discutere in questi giorni l’insorgenza di un nuovo caso tutto italiano che coinvolge una delle più gravi malattie che possono colpire i bambini ancora in età pediatrica, l’autismo, il Sistema Sanitario Nazionale, il Ministero della Salute, la magistratura italiana, e un medico barese il cui cognome è Montinari.

Al centro della questione sta la somministrazione del vaccino trivalente o esavalente ai bambini in età pediatrica, che, secondo alcune persone – quelle che hanno sporto denuncia  alla procura – e alcuni medici – quelli come Montinari, in eterna lotta contro quanto afferma la scienza medica ufficiale e il Ministero della Salute – ritengono che la somministrazione del vaccino possa essere causa in alcuni soggetti dello spettro autistico.

I sintomi dell’autismo nei bambini


La medicina ufficiale, però, da molti anni ha sconfessato delle vecchie tesi secondo cui si potrebbe individuare una correlazione tra sintomi dell’autismo e reazioni alle sostanze iniettate attraverso le vaccinazioni di rito a cui vengono sottoposti tutti i neonati. Vi è però qualcuno che ancora si oppone al parere della scienza internazionale e da anni prosegue più battaglie legali contro i vaccini e la loro somministrazione, promettendo di poter sconfiggere i sintomi dell’autismo attraverso l’uso di farmaci alternativi, latte vaccino e cibi senza glutine.

E’ in questo che sembra consistere appunto il metodo Montinari. Un nuovo caso di “cura alternativa“, questa volta rivolta contro l’autismo, che, come il metodo Stamina, si discosta da ogni parere della scienza medica ufficiale. Montinari ha condotto la sua battaglia alternativa ai vaccini prima in Puglia, a Bari, poi in Toscana e in giro per molte città italiane, a seconda delle richieste. E’ in stretto contatto con molte associazioni di genitori e pazienti malati che sperano di trovare soluzione al problema.

Ma quello che fino ad oggi Montinari e Stamina sembrano avere in comune, è un giro milionario di visite, di esami, di perizie e di battaglie legali senza fine. Su cui ora la procura di Trani sta indagando.






Tags:

Lascia una risposta