Bambini a rischio obesità senza alimentazione specifica

19 settembre 2013 11:490 commentiDi:

bambino-cane

Quando i bambini smettono di nutrirsi direttamente al seno e iniziano a mangiare le prime pappe, le madri, come anche il resto della famiglia, spesso dimenticano che i piccoli necessitano di una alimentazione specifica e nutrono i bimbi con gli stessi alimenti del resto dei componenti. Se da un lato questa può essere una facilitazione per le mamme, dall’altro può creare non pochi problemi al piccolo.

Secondo un recente studio di Nutrintake, coordinato da Gianvincenzo Zuccotti, direttore della Clinica pediatrica L.Sacco di Milano, realizzato su un campione di oltre 400 bambini italiani dai sei ai 36 mesi, di Milano e Catania, i genitori italiani commettono alcuni errori di fondo nell’alimentazione dei loro bambini che possono avere delle conseguenze soprattutto al lungo termine e aumentare il rischio di obesità.

 Consigli per una corretta alimentazione dei bambini

Gli errori più comuni commessi dalle mamme italiane nell’alimentazione dei bambini sono:

1. eccesso di proteine: fino a 12 mesi la metà dei bambini ne assume il doppio rispetto al fabbisogno raccomandato, superato l’anno di vita, il livello balza a quasi tre volte rispetto al reale fabbisogno;

2. mancanza di ferro: la maggior parte dei bambini nei primi tre anni di vita non raggiunge il fabbisogno raccomandato.

3. troppo sodio: a partire dai 18 mesi, un bambino su due consuma infatti una quantità di sale che va oltre il limite raccomandato.

Tags:

Lascia una risposta