Bambini in vacanza – Come prevenire il colpo di calore e i disagi del caldo

20 luglio 2014 11:390 commentiDi:

bambini

Durante le vacanze al mare, anche i bambini possono venire investiti dal cosiddetto colpo di calore, che si verifica quando il corpo non riesce a mantenere costante la sua temperatura a dispetto di quella esterna, che tende ad aumentare. Se la sudorazione corporea e gli altri meccanismi di compensazione non riescono ad abbassare la temperatura del corpo, si può verificare anche nei più piccoli un estremo disagio dovuto al caldo. 

Bambini in vacanza – Quali farmaci portare in viaggio

Ecco quali sono le principali condizioni che provocano il colpo di calore:

  • aumento della temperatura
  • aumento dell’umidità
  • assenza di ventilazione.

Bambini in vacanza – Quali vaccinazioni fare quando si va all’estero


Anche il colpo di sole può essere considerato un particolare tipo di colpo di calore a cui vengono associati problemi cutanei come ustioni o eritemi. Gli altri sintomi utili per distinguere e riconoscere il colpo di calore sono una sensazione di malessere, sincope, nausea, vomito, febbre, mal di testa, respirazione frequente, crampi muscolari e disturbi neurologici come delirio o convulsioni.

Per prevenire il colpo di calore è necessario mettere quindi in pratica le seguenti precauzioni, che devono essere in particolar modo rispettate se i bambini sono piccoli:

  • evitare di uscire da casa nelle ore più calde della giornata
  • far indossare sempre ai bambini abiti leggeri e di colore chiaro che non assorbano i raggi del sole
  • fare attenzione a che i tessuti siano traspiranti
  • utilizzare ventilatori o condizionatori per l’aria condizionata – ma impostati ad una temperatura non inferiore di 23 gradi in abbinamento con la funzione di deumidificazione
  • far assumere una maggiore quantità di liquidi e di alimenti come frutta e verdura
  • non dare da bere bevande troppo fredde ai bambini
  • farli rinfrescare di frequente
  • non lasciare i bambini in un veicolo parcheggiato all’aperto
  • non far fare attività fisica ai bambini nelle ore calde – almeno quella programmabile!





Tags:

Lascia una risposta