Home / Salute / Bambini in vacanza – Quali vaccinazioni fare quando si va all’estero

Bambini in vacanza – Quali vaccinazioni fare quando si va all’estero

bambina 2

La fine della scuola segna per i bambini l’inizio delle vacanze e, soprattutto se si prevede un viaggio in Italia o all’estero, ai genitori spetta il compito di assicurare che quest’ultimo si svolga in totale sicurezza per i piccoli viaggiatori. E’ necessario infatti conoscere quali sono le precauzioni sanitarie da prendere quando si viaggia con i bambini, e una serie di attenzioni che vanno dai farmaci da portare in viaggio alle vaccinazioni da eseguire prima della partenza. 

> Prevenire le malattie invernali dei bambini

Se in particolare si prevede di compiere un viaggio all’estero, è sempre utile conoscere lo stato vaccinale del bambino e quali sono le vaccinazioni che vengono richieste o consigliate nel Paese in cui si intende andare.

> Carta o passaporto individuale obbligatorio per bambini all’estero

Attualmente all’interno del calendario delle vaccinazioni italiane sono comprese le seguenti patologie o agenti patogeni:

  • difterite
  • tetano
  • pertosse
  • poliomielite
  • epatite B
  • Haemophlilus Influenzae tipo B
  • pneumococco
  • meningococco C
  • meningococco B
  • morbillo
  • parotite
  • rosolia
  • influenza
  • varicella
  • papillomavirus (per tutte le bambine con età superiore agli 11 anni).

Prima di partire per le vacanze, quindi, è necessario avere ben presenti quali sono le vaccinazioni già fatte e quelle eventualmente da fare di comune accordo con il pediatra in base al tempo a disposizione. Sono diverse, infatti, le circostanze che andranno prese in considerazione, tra cui:

  • lo stato di salute del bambino
  • l’età del bambino
  • le difese immunitarie del bambino
  • la durata del viaggio
  • la tipologia del viaggio
  • il tempo a disposizione prima della partenza.

Ogni bambino risponderà quindi in modo diverso alle vaccinazioni effettuate. Per avere maggiori informazioni su questo argomento è possibile sempre consultare il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Esteri italiano o il sito dell’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *