Barbecue e cucina alla griglia – Le regole per la grigliata perfetta

20 agosto 2014 15:550 commentiDi:

carne1

In alcuni post pubblicati prima di questo abbiamo visto uno dei passatempi estivi più amati dagli italiani in cucina, la grigliata, può avere in alcuni casi anche dei risvolti negativi per la salute che sarebbe necessario in tutti i modi cercare di evitare. Ma riuscire a preparare o meno la grigliata perfetta dipende anche dal tipo di carne che si sceglie e da come la si cucina. Ecco quindi alcuni consigli per preparare un barbecue senza problemi per la salute. 

Barbecue e cucina alla griglia – I rimedi per rendere più sana la carne

Secondo una indagine compiuta dalla Coldiretti, la maggior parte degli italiani, alle prese con il barbecue, è solito preferire, almeno nel 47 per cento dei casi, la carne al pesce. Quali sono invece gli alimenti più adatti ad essere cotti alla griglia? E quali tagli di carne nello specifico sono i più salutari?

Barbecue e cucina alla griglia – I possibili rischi per la salute

I tagli di carne che andrebbero preferiti sugli altri in caso di cottura alla griglia sono quelli delle carni bianche italiane, come la Chianina, la Maremmana, la Marchigiana, la Podolica e la Romagnola, ma anche le salsicce di suino italiano e le braciole possono essere prese in considerazione.

In genere è necessario scegliere tagli di carne piuttosto magri per evitare la fuoriuscita di grasso sulla fiamma, e preferire, se possibile il pollo e il pesce. Del pollo, tuttavia, andrà poi messa da parte la pelle, più ricca di amine eterocicliche.

I tempi di permanenza della carne sulla griglia devono essere i più brevi possibili e sarà decisamente bene evitare di fare scarpette nei sughi di cottura, che sono quelli in cui per lo più si concentrano le sostanze nocive per l’organismo.

Utilizzare infine una griglia sempre pulita e priva di residui di cotture precedenti.

Tags:

Lascia una risposta