Biotina: la risorsa segreta contro la caduta dei capelli

31 agosto 2016 12:030 commenti
biotina caduta capelli

Quanti italiani sanno cosa sia la biotina? Una domanda come queste è in grado di mandare in confusione anche i soggetti più informati. In pochi, infatti, sanno che la biotina è una proteina (non a caso spesso vengono utilizzati i sinonimi vitamina I, vitamina B7, vitamina B8 o vitamina H) e ancora più basso è il numero di chi sa a cosa serve specificatamente questa proteina. Eppure la biotina assolve una serie di funzioni molto importanti per l’organismo a partire dalla facilitazione del metabolismo dei carboidrati e degli amminoacidi.

Ci sono poi tutta una serie di funzioni molto più concrete e meno astratte. La biotina, infatti, combinata con lo zinco è in grado di combattere la caduta dei capelli. Secondo alcune recenti ricerche mediche, infatti, l’assunzione di biotina e zinco unita all’applicazione di creme che contengono il principio attivo clobetasolo propionato, riesce ad arginare la caduta dei capelli.

Ma i vantaggi della biotina non si fermano qui. E’ stato infatti appurato che questa proteina contrasta anche l’indebolimento delle unghie e, salendo di livello, il diabete e la depressione lieve.


Sotto questo punto di vista, quindi, la biotina è da intendersi come una sorta di amica della salute che aiuta il corpo umano. A sintetizzare le proprietà della biotina è un approfondito contributo di SaperSalute che fornisce informazioni anche su come questa proteina possa essere assunta.

La biotina, infatti, come tante altre proteine, è contenuta in particolari alimenti come il tuorlo d’uovo, il latte di mucca, la frutta secca, il grano e ancora lenticchie, piselli, carote e funghi. In pratica l’assunzione di biotina è scontata laddove si scelga una alimentazione equilibrata e completa.

Eppure, in alcuni casi, non è raro incontrare situazioni da carenza di biotina. Questo problema non è da prendere assolutamente sottogamba. La biotina, infatti, agevola il funzionamento delle cellule. Se non si riesce quindi ad assumere una dose sufficiente, l’organismo, a lungo andare, può avere dei problemi.

Anche su questo punto, però, la ricerca ha fatto passi da gigante perché esistono specifici integratori a base di biotina. L’assunzione di questi coadiuvanti può fungere da supporto anche periodico e non continuo.

Il nostro corpo non potrà non ringraziare.






Tags:

Lascia una risposta