Bullismo, i danni sono anche a lungo termine

17 febbraio 2014 16:370 commentiDi:

violenza minorile

Sempre più spesso si sente parlare di bullismo, soprattutto dopo la grande diffusione di smartphone e computer tra i ragazzi, anche i più piccoli, che li espongono ai pericoli virtuali oltre che a quelli reali. E, stando almeno agli ultimi episodi di cronaca, non c’è molta differenza tra la sofferenza che genera il bullismo vissuto in prima persona e quello mediato dallo schermo del telefonino.

Questi danni, inoltre, sono sia fisici che psicologici e, secondo uno studio americano pubblicato su Pediatrics, sarebbero anche a lungo termine.

Lo studio è stato condotto presso l’ospedale pediatrico di Boston da un gruppo di studiosi coordinato da Laura Bogart e mette in luce come l’entità dei danni del bullismo sulla vittima sia direttamente proporzionale al tempo di esposizione alle angherie e alle cattiverie dei più ‘forti’. Per arrivare a questa conclusione il gruppo di studiosi ha preso in esame circa 4300 tra bambini e adolescenti monitorandone la salute psico fisica nel corso di alcuni anni.


► Le caratteristiche del bullismo

Le vittime del bullismo hanno mostrato le stesse conseguenze: mancanza di autostima, maggiore propensione all’ansia e alla depressione e difficoltà ad allacciare rapporti sociali. Più le vittime erano state esposte al bullismo, più queste conseguenze si sono dimostrate gravi.

► Come prevenire il bullismo

Questo non è il primo studio effettuato sugli effetti a lungo termine del bullismo sulle vittime: già qualche tempo fa uno studio della Duke University di Durham (Carolina) aveva messo in luce come il bullismo crei nella vittima un trauma molto profondo che li mette a rischio, in età adulta, a stati di ansia perdurante, disturbi depressivi, attacchi di panico e intenzioni suicide.






Tags:

Lascia una risposta