Caffeina – Quali sono gli effetti sull’organismo

17 luglio 2014 17:330 commentiDi:

caffeina

Il caffè è un compagno abituale di moltissimi italiani, i quali sarebbero probabilmente in massima parte pronti ad affermare di non riuscire a vivere senza.

Ma quali sono gli effetti della caffeina sull’ organismo? Della pianta del caffè, coltivata sopratutto in paesi come il centro America, Africa orientale e le regioni insulari e peninsulari dell’Asia, esistono due varietà principali, quella robusta e quella arabica. Il caffè – la nota bevanda – viene prodotto dalla tostatura e macinatura del seme della pianta, sottoponendo i chicchi ad una temperatura che oscilla tra i 200 e i 230 gradi. Esistono moltissime tipologia di tostatura dei chicchi, più o meno intense, le più diffuse delle quali sono all’incirca 8.

10 cose da sapere sulla caffeina

Gli effetti della miscela sull’organismo sono decisamente vari da persona a persona, anche se in linea di massima le quantità tollerate sono valide per tutti gli individui ed equivalgono a circa 300 mg di caffeina al giorno.


Dimagrire con la caffeina

All’assunzione di caffè sono collegati due principali tipi di effetti, quello totale, che può durare da due a quattro ore, e quello massimo, che si ha entro i primi 45 minuti dall’assunzione.

Tra gli effetti della caffeina a breve e a luogo termine si possono riscontrare quindi:

  • effetti sul cervello quali l’allontanamento della stanchezza e della sonnolenza, con il potenziamento della memoria e della concentrazione
  • effetti sulla circolazione quali l’aumento delle capacità anti – ossidanti del plasma e il potenziamento del tono arterioso
  • effetti sui polmoni quali l’aumento della dilatazione dei bronchi
  • effetti sul cuore come l’aumento della gittata cardiaca e a volte anche un po’ di tachicardia
  • effetti sul fegato quali l’attivazione della produzione della bile, mentre sul resto dell’apparato digerente la produzione degli acidi e lo stimolo della motilità intestinale.

La caffeina infine migliora la resistenza e la contrattilità dei muscoli e favorisce la diuresi.






Tags:

Lascia una risposta