Cambia il clima, aumentano le allergie

6 novembre 2012 12:190 commentiDi:

Non serve essere degli esperti per capirlo: da alcuni anni a questa parte il clima mondiale ha subito delle significative variazioni.  Ma ora, a lanciare l’allarme, sono l’Organizzazione mondiale per la salute (Oms) e l’Organizzazione meteorologica mondiale (Omm).

Queste due organizzazioni hanno recentemente pubblicato un Atlante su clima e salute in cui si mettono in relazione le modificazioni climatiche con la massiccia diffusione di patologie respiratorie, in particolare delle allergie.


Da dieci, venti anni a questa parte, infatti, le stagioni hanno un corso diverso, cioè, in generale, iniziano prima e finiscono più tardi, con importanti ripercussioni sulla crescita e sulla fioritura di alcuni alberi e piante, i cui pollini sono responsabili dell’insorgenza delle allergie respiratorie.

Di conseguenza, al dilatarsi delle stagioni, anche le allergie hanno perso la loro stagionalità, e si presentano oggi come fenomeni duraturi. Inoltre alcune patologie, come l’asma o le riniti allergiche, hanno trovato una valida alleata in una pianta, l’Ambrosia artemisiifolia, che si sta rapidamente diffondendo in Europa e nel Nord Italia, responsabile di attacchi di asma nei soggetti predisposti.

A complicare questo quadro, infine,  si aggiunge anche l’influenza negativa che il clima esercita sulle sostanze inquinanti già diffuse nell’ambiente, come il particolato, e sulla diffusione di nuove e sconosciute malattie.






Tags:

Lascia una risposta