Cancro guarirlo col digiuno

15 febbraio 2012 13:110 commentiDi:

Esperimenti realizzati sui topi di laboratorio raggiunti da otto tipi di tumori diversi, hanno rilevato che cinque di queste tipologie cancerose avrebbero reagito molto bene al digiuno associato alla chemioterapia, arrivando al completo recupero.

Prove dei vantaggi del digiuno contro il cancro

Valter Longo, professore di gerontologia e biologia all’università della California, ma soprattutto autore di questo studio, spiega che ridurre i prodotti alimentari rallenterebbe la crescita e la propagazione delle cellule neoplastiche. I topi raggiunti soltanto dalla chemioterapia non sono sopravvissuti alla malattia, mentre, i topi trattati con la combinazione della chemioterapia e cicli di digiuno hanno mostrato un tasso di cura del 20%, per quanto concerne tumori aggressivi, ed oltre il 40% nel caso di cancro meno esteso.

Secondo gli scienziati che hanno partecipato a questo studio, il digiuno da solo può trattare efficacemente il cancro degli animali da laboratorio, anche nel caso si tratti di tumori cancerosi che provengono da cellule umane. La domanda che si pone ora questo professore in collaborazione con i suoi colleghi, è: si può adattare questo trattamento ai pazienti?

Una prima fase clinica mira ad accertare la sicurezza di questa terapia e, soprattutto, a dimostrare se i pazienti sono in grado di sopportare il digiuno due giorni prima e il giorno seguente il loro trattamento di chemioterapia. Il prof. Longo spiega nel suo studio: “Non sappiamo se il digiuno è efficace nell’uomo contro il cancro, poiché tale privazione potrebbero comportare l’abbassamento della pressione arteriosa e mali di testa.„ Ma, secondo un’altro studio pubblicato nel 2010, che presenta il caso di 10 pazienti, questi ultimi hanno precisato che avevano avuto meno effetti collaterali dopo il trattamento chemioterapico, grazie ai cicli di digiuno.

Sugli animali da laboratorio, lo studio ha dimostrato che questi cicli di digiuno senza chemioterapia potevano rallentare lo sviluppo del cancro al seno, del melanoma, come pure del tumore al cervello. In alcuni casi, il digiuno sarebbe anche così efficace come la chemioterapia. Da qui a 3 mesi, i risultati saranno resi pubblici sull’argomento, durante la conferenza annuale della società americana di oncologia (ASCO).

Un esperimento clinico di fase 1 riguarderà questo trattamento proposto ad alcune pazienti colpite da un carcinoma alla mammella, al tratto urinario e all’ovaia. Questa prova sarà condotta da due oncologi americani.

Ultimo aggiornamento 15 febbraio 2012 ore 14,11

Tags:

Lascia una risposta