Capodanno a letto per 140 mila italiani

27 dicembre 2011 16:140 commenti

I dati riportano che ci sarà un’impennata nella settimana tra il 25 dicembre e il 1 gennaio 2012  e che si passerà dagli 80 mila casi registrati nelle scorse settimane  agli oltre 140 mila. Fabrizio Pregliasco, virologo dell’universita’ degli Studi di Milano è certo che la curva delle infezioni subirà un’ulteriore impennata dopo la riapertura delle scuole  a causa delle basse temperature stagionali, dei contatti “untori” alla quale siamo stati sottoposti durante il periodo delle festività e alla permanenza in luoghi chiusi. L’esperto afferma che le settimane più a rischio sono quelle successive all’Epifania e che verranno colpiti maggiormente dai virus i bambini e gli anziani, per questo motivo tiene a sottolineare l’importanza delle vaccinazioni. Pregliasco lancia quindi un appello a tutti i ritardatari, consapevole del fatto che quest’anno le persone che hanno fatto il vaccino sono poche e  perché secondo le prime stime il livello di copertura e’ decisamente piu’ basso. Rispetto allo scorso anno si sono sottoposti all’iniezione preventiva circa il 10-15% in meno di italiani e quindi è importante sensibilizzare la popolazione dal punto di vista sanitario ricordando l’importanza del vaccino visto che il “boom” del contagio è previsto per le ultime settimane di gennaio.






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta