Home / Salute / Celiachia: dopo tante ricerche ora la conferma, l’origine è genetica

Celiachia: dopo tante ricerche ora la conferma, l’origine è genetica

Secondo uno studio condotto da Igb-CNR (The Institute of Genetics and Biophysics-CNR) e da Ibp-Cnr (Institute of Protein Biochemistry) la celiachia è scritta nei nostri geni. Secondo questa ricerca tutta italiana, una particolare componente genetica della regione cromosomica determinerebbe la predisposizione verso la celiachia. 

Insomma se sollecita da fattori esterni questa componente scatena la celiachia cioè un’infiammazione cronica dell’intestino tenue. In sostanza l’organismo inizia a percepire il glutine come una minaccia innescando una risposta autoimmune.  E’ ovvio quindi che la quantità di glutine introdotto con l’alimentazione è determinante nella risposta infiammatoria dell’intestino.

Nel 95% dei soggetti che sono intolleranti al glutine sono presenti questi rischiosi geni che predispongono alla malattia. Dalla ricerca sarebbe emerso anche che la malattia è legata non solo agli HLA (i geni della regione cromosomica) ma anche una loro produzione anomala di RNA. In particolare questi geni produrrebbero una quantità maggiore di RNA rispetto a quella prodotta dai geni non associati alla celiachia.

Questo studio è stato pubblicato sul The Journal of Autoimmunity e potrebbe essere considerato un enorme passo avanti per capire i meccanismi alla base della celiachia in modo da trovare cure e terapie per un numero sempre maggiore di individui affetti dalla malattia. Infatti i dati parlano chiaro: negli ultimi decenni il numero di celiaci è cresciuto notevolmente. In 25 anni infatti, specie per i soggetti in età pediatrica l’incidenza della malattia è aumentata di ben 5 volte.

Per molti la diagnosi della celiachia ha rappresentato un vero e proprio travaglio e scoprire la malattia da adulti determina conseguenze peggiori rispetto a coloro ai quali la malattia è stata diagnosticata in tenera età. La speranza è che questo studio, assieme a tante altre ricerche condotte nel mondo sulla celiachia, possa portare alla scoperta in futuro di una valida terapia per i tanti soggetti intolleranti al glutine.

Loading...