Che cos’è e a cosa serve il cremor tartaro

9 agosto 2014 12:380 commentiDi:

465958447

Avete mai sentito parlare del cremor tartaro? In Italia è un prodotto naturale ancora poco diffuso, ma in altre culture e paesi è molto famoso ed utilizzato. Il cremor tartaro, infatti, può essere usato come valida alternativa dalle persone intolleranti al normale lievito al posto di quest’ultimo per far lievitare tutti i prodotti da forno, ma le sue virtù non si fermano qui. Può essere utilizzato anche come sbiancante o come igienizzante nelle pulizie domestiche. 

Come preparare conserve a prova di botulino – I

Cerchiamo quindi di conoscere meglio questo prodotto in modo da poterlo utilizzare per vari scopi. Il cremor tartaro, anche se possiede un nome piuttosto inquietante, è in verità un innocuo sale naturale, il bitrartato di potassio, simile al bicarbonato, anche questo molto usato e conosciuto negli ambienti domestici e in cucina. E’ conosciuto e impiegato soprattutto nei paesi del nord Europa.

Come preparare conserve a prova di botulino – II

Uno dei primi utilizzi del cremor tartaro è quello come agente lievitante. Può essere infatti ingerito anche da coloro che sono allergici al lievito organico e utilizzato per la preparazione di pane, focacce, pizzette e dolci. Per impiegarlo è sufficiente sostituire nelle ricette in cui è presente il lievito di birra o il lievito madre la dose prevista con una metà di cremor tartaro e una metà di bicarbonato. Questo sale, infatti, funge da attivatore del processo di lievitazione.

Il cremor tartaro può essere inoltre utilizzato negli ambienti domestici per la normale pulizia. Serve ad esempio alla pulizia delle stoviglie se disciolto in acqua, oppure può essere utilizzato insieme all’aceto per una pulizia più approfondita. Se infine viene utilizzato insieme a del succo di limone è un ottimo prodotto naturale ed ecologico per la pulizia del rame, che ritornerà ad avere il suo colore lucido.

 

Tags:

Lascia una risposta