Che cos’è la “paralisi da lenzuolo”

6 dicembre 2012 11:590 commentiDi:

Nonostante il nome piuttosto fantasioso, si tratta di una patologia che può colpire alcune categorie di persone che compiono, per ruolo o per lavoro, gesti ripetitivi con gli arti. Da un punto di vista strettamente clinico, la paralisi da lenzuolo si esprime con una sintomatologia simile a quella del tunnel carpale: comporta sensazione di intorpidimento nelle mani, la presenza di fitte simili a punture di spillo e nella sua forma più conclamata l’impossibilità di muovere il pollice, che diventa inerte e privo di sensibilità.

Sintomi e terapia della sindrome del tunnel carpale

Ma quali sono le cause di questa nuova patologia? La buona notizia è che si verifica solo nel 5% della popolazione: solo i soggetti che hanno un’arteria mediana persistente in cui il sangue scorre a livello dell’avambraccio ma non al polso possono sviluppare la malattia. L’arteria mediana, infatti, è destinata in genere a scomparire dopo la nascita.

In coloro in cui si conserva, invece, movimenti ripetitivi del polso possono provocare un trauma ai danni dell’arteria stessa, facendo creare un trombo o una serie di piccoli ictus che sono responsabile dei sintomi.

La “paralisi del lenzuolo” è anche chiamata paralisi della casalinga, perché può colpire casalinghe e cameriere che sono abituate a compiere gesti ripetitivi con il polso nel rifare i letti, ma è frequente anche nei giocatori di basket e in altre persone che sforzano molto le articolazioni.

Tags:

Lascia una risposta