Che cos’è la Sids

3 dicembre 2012 16:390 commentiDi:

Nella letteratura medica l’acronimo Sids è usato per fare riferimento alla Sudden infant death syndrome, la sindrome della morte improvvisa in culla, che colpisce i bambini tra un mese e un anno di età. Si tratta di una patologia le cui cause non sono ancora chiare e il termine viene infatti usato ogni qual volta, in seguito al decesso di un neonato, è possibile escludere tutte le malattie note ma non individuare con esattezza che cosa lo ha provocato.

Sebbene dunque l’eziologia delle cause di questa patologia non sia ancora chiara, in anni di ricerche e di studi è stato possibile individuare almeno tre elementi che concorrono a formare il cosiddetto “modello triplo di rischio” per la Sids.

In questo modello compaiono la presenza di una piccola anomalia nel sistema di regolazione dei ritmi cardiaci (sindrome del QT lungo), respiratori o generali dell’organismo; sono poi annoverati cambiamenti nei ritmi del sonno, respiratori e/o cardiaci, e cambiamenti nella pressione o nella temperatura corporea. Il terzo elemento infine è costituito da eventi “ambientali”, come il fatto di dormire in posizione prona, l’esposizione al fumo passivo e la presenza di piccole infezioni respiratorie, che possono concorrere ad aggravare la situazione.

A livello internazionale questa sindrome colpisce un neonato su mille e costituisce, ad oggi, la prima causa di morte per i bambini nel primo anno di vita. In Italia negli ultimi anni si è potuto registrare tuttavia una riduzione della mortalità per Sids, che oggi è arrivata a diminuire di circa il 60%. I neonati più colpiti restano quelli di sesso maschile.

La migliore cura che per il momento gli esperti si sentono di suggerire è dunque la prevenzione, dispensando una serie di consigli per la prevenzione della Sids.

Tags:

Lascia una risposta