Cibo spazzatura influisce sul quoziente intellettivo dei bambini

9 ottobre 2012 13:050 commenti

Tra gli effetti nocivi del cibo spazzatura figura anche una riduzione del quoziente intellettivo nei bambini, almeno secondo quanto evidenziato dai risultati dello studio condotto dallo dottoressa Sophie Von Strumm, ricercatrice presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università Goldsmiths di Londra.

Lo studio è stato condotto su un campione di 4.000 bambini scozzesi di età compresa tra i 3 e i 5 anni, in particolare è stato analizzato il loro sviluppo intellettivo e i risultati così ottenuti sono stati divisi in due distinti gruppi, quelli di coloro che facevano largo uso di cibo spazzatura e quelli di coloro che invece seguivano un regime alimentare più sano ed equilibrato. Ebbene, lo studio avrebbe dimostrato che i bambini appartenenti a questo secondo gruppo hanno un quoziente intellettivo maggiore rispetto ai loro coetanei abituati invece a mangiare cibo da fast food.


La dottoressa Sophie Von Strumm ha sottolineato che i risultati di questo studio dimostrano come la freschezza e la qualità dei cibi influenzano molto più che il senso di sazietà, specialmente quando si tratta di bambini. Questo a suo avviso dovrebbe incentivare i governi a finanziare campagne di alto profilo che invitano a ridurre il consumo di cibo da fast food da parte dei bambini.

Lo studio ha inoltre evidenziato che nella maggior parte dei casi i bambini che consumano cibo spazzatura fanno parte di famiglie meno abbienti rispetto a quelle dei bambini con una maggiore propensione al consumo di cibi sani.

 






Tags:

Lascia una risposta