Come combattere i disturbi del sonno negli adulti

18 marzo 2014 17:070 commentiDi:

insonnia 01

Le ultime ricerche effettuate a livello mondiale hanno confermato che sono sempre più numerose le persone sulla faccia della terra  affette da disturbi del sonno, che oggi colpiscono più del 45 per cento della popolazione totale. 

Esistono però delle buone regole e dei rimedi che la World Association of Sleep Medicine sta cercando di diffondere il più possibile per arginare il fenomeno delle ore di sonno perse e per consentire a tutti un buon riposo.

Malattie legate alla carenza di sonno

Tre in genere sono le caratteristiche che contraddistinguono un buon riposo: una durata tale che possa essere sufficiente a far sentire riposati e svegli al mattino successivo, il fatto di dormire con continuità senza interruzioni fino al risveglio e la “pesantezza” o meglio la profondità di un riposo che sia veramente ristoratore.


Sonno rimedio contro invecchiamento

Oltre a queste caratteristiche, che è possibile perseguire il più possibile in maniera individuale, vi è per gli adulti proprio una sorta di decalogo di buone regole che è possibile seguire per entrare in un rapporto migliore con il proprio sonno. Ecco quali sono.

Come combattere i disturbi del sonno negli adulti

  • Andare a letto ed alzarsi sempre alla stessa ora
  • Non dormire per più di 45 minuti durante il giorno anche il pisolino pomeridiano fa parte delle proprie abitudini
  • Non assumere alcool in maniera eccessiva nelle 4 ore precedenti il momento in cui si va a letto e non fumare sigarette.
  • Non assumere caffè, thè, cioccolato e quantità eccessive di bevande gassate nelle 6 ore precedenti il sonno.
  • Evitare di assumere cibi pesanti nelle 4 ore precedenti il sonno, come piatti particolarmente speziati o ricchi di zuccheri. Sono invece ammessi gli snack leggeri.
  • Fare attività fisica quotidiana, ma non nelle ore precedenti il riposo.
  • Dormire su un letto comodo e confortevole.
  • Mantenere costante la temperatura della stanza i cui si dorme e con una buona areazione.
  • Evitate di dormire in luoghi rumorosi o invasi dalla luce ambientale.
  • Usate il letto solo per dormire e non come surrogato del proprio studio, laboratorio o luogo di lavoro.





Tags:

Lascia una risposta