Come combattere la stitichezza

21 novembre 2012 14:330 commentiDi:

Con l’arrivo dell’autunno i problemi intestinali aumentano, soprattutto nelle donne. Il corpo deve adattarsi alle nuove temperatura e al cambio di orario e lo stomaco ne risente spesso con gonfiore, problemi di digestione e stipsi. La stitichezza è particolarmente fastidiosa e dipende da molti fattori. Prima di rivolgersi al medico e utilizzare farmaci è bene controllare la propria dieta.
La stipsi riguarda un ritardo nell’evacuazione delle feci che può portare a problemi ulteriori come emorroidi o ragadi.
Bisogna quindi stare attenti al proprio stile di vita alimentare. Per prima cosa è necessario aumentare l’assunzione quotidiana di acqua, con almeno 1,5 litri al giorno. Sono comunque tutti i liquidi che vanno assunti di più. Tisane, tè e succhi di frutta possono essere utili per rendere le feci meno dure e quindi  facilitarne l’evacuazione.
La dieta deve basarsi anche sull’assunzione di minestroni, minestre e brodi oltre che di fibre, frutta e verdura. Le fibre sono fondamentali per rendere le pareti dell’intestino meno rigide. Cibi integrali, cereali integrali e fiocchi d’avena sono consigliati. Di frutta e verdura bisognerebbe mangiarne cinque porzioni al giorno.
Un altro fattore connesso con la stipsi è quello psicologico legato all’ansia e allo stress. È bene rilassarsi, magari con una tisana, e mangiare piano. Se si mangia veloce, in piedi e un panino ogni giorno la situazione potrebbe peggiorare.
Infine, è fondamentale fare attività fisica. Anche lunghe passeggiate possono essere utili per stimolare  la motilità intestinale. Sedentarietà e alimentazione scorretta sono alla base della stipsi.
Come frutta sono consigliate soprattutto i kiwi e le pere. Come verdure gli spinaci, la zucca e le zucchine.

Tags:

Lascia una risposta