Come distinguere il vero dal falso

11 dicembre 2012 13:290 commentiDi:

Distinguere chi dice la verità da chi non la dice non è mai semplice, sopratutto per l’uomo del XXI secolo, completamente e costantemente immerso in un flusso soverchiante di informazioni, il più delle volte in contrasto tra loro, che hanno proprio la funzione di far prevalere un punto di vista su di un altro.

Che cos’è la truthiness

E così, nella società globalizzata, in cui per paradosso diventa sempre più difficile risalire alla fonte originaria di un messaggio e disporre dell’evidenza delle prove, la verità si smaterializza e perde quasi di consistenza, mentre la battaglia tra i comunicatori si gioca sul filo delle parole e delle immagini, e a volte a livello ancora più microscopico, sul filo delle singole sfumature e delle possibili interpretazioni, e dei dettagli visivi che durano una frazione di secondo.


Le informazioni di contesto influenzano la verità

Partendo quindi da considerazioni di questo tipo, un gruppo di psicologi ha cercato di mettere a fuoco gli elementi che possono indurci a credere vera o falsa un’informazione, studiando i processi mentali che si innescano quando siamo chiamati a decidere sulla veridicità o sulla falsità di una informazione.

Che cos’è la fluenza

I ricercatori hanno così individuato una serie di elementi che riescono a influenzare i giudizi di verità forniti dalle persone su un determinato argomento, facendole propendere per un verdetto positivo, e li hanno ravvisati nella cosiddetta “truthiness“, nella presenza o assenza di informazioni di contorno, e nella “fluenza“.






Tags:

Lascia una risposta