Come funziona l’udito selettivo

23 marzo 2014 17:180 commentiDi:

orecchio interno

E’ una nuova scoperta di cui medici e scienziati non erano a conoscenza negli anni passati. Si tratta dell’udito selettivo, ovvero la capacità del nostro orecchio di selezionare i suoni che arrivano dall’esterno e di distinguere solo quelli a cui siamo interessati in quel preciso frangente. 

I ricercatori del Mit – Massachussets Institute of Techology – e dell’Università  del Sussex hanno infatti scoperto che il nostro orecchio non è solo in grado di operare una selezione delle frequenze che ascolta, ma possiede anche dal punto di vista fisico le strutture organiche adatte a compiere questa azione. All’interno dell’orecchio, dunque, nella parte che viene appunto definita come orecchio interno, vi è una membrana che ci consente di cogliere le parole e le conversazioni che ci interessano, isolandole, e di ignorare altre tipologie di suoni, come quelli fastidiosi per lo più.

Che cos’ è l’ acufene

Questa membrana molto sottile posizionata all’interno dell’orecchio si chiama membrana tettoriale e funziona come un filtro, un filtro che consente di captare i suoni che riteniamo più interessanti anche all’interno di un luogo affollato oppure,al contrario, di eliminare quelli più fastidiosi.

Antidolorifici causa di possibili danni all’udito

Sulla base di questa nuova scoperta e delle rilevazioni effettuate gli scienziati coinvolti in questa ricerca hanno concluso che la capacità dell’individuo di selezionare i suoni non appartiene in verità agli uomini e alla loro volontà, come a lungo si era creduto, ma ad una caratteristica fisica dell’organismo, ovvero alla presenza di questa membrana in grado di interagire con le frequenze.

Le frequenze consentono infatti di distinguere un suono dall’altro e la scoperta dell’udito selettivo potrebbe portare ad un miglioramento degli strumenti utilizzati da chi ha problemi di ascolto o migliorare la tecnologia utilizzata nello sviluppo degli altoparlanti degli smartphone.

 

 

Tags:

Lascia una risposta