Come prevenire l’ictus con caffè e tè verde

13 aprile 2013 13:030 commentiDi:

L’ictus, insieme alla sclerosi multipla, all’Alzheimer e al Parkinson, è una delle più diffuse malattie neurodegenerative a livello mondiale.

Che cosa si intende per ictus

Numerosi sono tuttavia gli studi che negli ultimi tempi stanno indagando possibili rimedi e cure preventive che riescano ad abbassare il rischio di insorgenza di questa malattia.

> Aprile mese prevenzione ictus


Una ricerca che viene dal Giappone, ad esempio, ha per la prima volta studiato in modo ampio gli effetti combinati dell’assunzione di caffè e di tè verde in relazione al rischio di ictus.

La ricerca, effettuata su un campione di 83mila soggetti, è stata condotta presso il Japan National Cerebral e Cardiovascular Center di Osaka ed è stata pubblicata su Stroke, rivista dell’American Heart Association.

Lo studio ha dunque dimostrato che una tazza di caffè o di tè verde riduce il rischio dell’insorgenza dell’ictus del 20%, mentre l’assunzione di due o tre tazze di queste bevande lo riducono del 14%. Con quattro tazze, infine, il rischio si riduce del 20%.

Sembra tuttavia che anche il tè nero abbia degli effetti benefici riguardo al rischio di ictus. Una ricerca svedese, infatti, ha mostrato che con quattro tazze al giorno il rischio dell’insorgenza di questa malattia si riduce del 21%.






Tags:

Lascia una risposta