Come ridurre il sale nell’ alimentazione dei bambini

22 giugno 2013 13:130 commentiDi:

bambino-caneUn numero sempre più alto di pediatri e addirittura gli esperti dell’ Organizzazione Mondiale della sanità, OMS, sono oggi decisamente convinti che un alto contenuto di clorulo di sodio, ovvero del normale sale da cucina, sia deleterio per la salute dei bambini ancora in tenera età.

Consigli per lo svezzamento

Per questo motivo il loro consiglio è quello di ridurne in tutti i modi le quantità nell’ alimentazione di neonati e bambini, al fine di evitare lo sviluppo di patologie ad esso collegate in età adulta.

Le tappe alimentari dello svezzamento


Ecco quindi una lista di pratici e semplici consigli da seguire per raggiungere questo scopo:

  1. non aggiungere sale nelle pappe
  2. usare ingredienti a basso contenuto di sodio nel primo anno di vita
  3. cuocere la pasta senza aggiungere sale nell’ acqua
  4. ricordarsi sempre che i cibi dei bambini devono essere diversi da quelli degli adulti
  5. scegliere latte di proseguimento adeguati in mancanza del latte materno dopo i 6 mesi
  6. non usare latte vaccino fino al dodicesimo mese di età, proprio perché più ricco di sodio rispetto a quello materno
  7. dopo i 2 anni condire i piatti con erbe aromatiche e limone
  8. preferire cotture al vapore o al cartoccio, che preservano meglio il sapore degli alimenti.

 

 






Tags:

Lascia una risposta