Come rimediare agli eccessi alimentari

29 novembre 2012 16:250 commentiDi:

Le festività natalizie sono alle porte e, come spesso accade, può capitare di mangiare più del dovuto, andando incontro a bruciori di stomaco, problemi digestivi e altri disordini intestinali. I disturbi a carico dell’apparato digerente, tuttavia, non sono una prerogativa delle sole settimane che stanno a cavallo di Natale e Capodanno.

Una recente ricerca condotta dall’ANIFA (Associazione Nazionale dell’Industria Farmaceutica dell’Automedicazione) rileva infatti che oltre sei italiani su dieci soffrono di disturbi gastrointestinali almeno una volta ogni due mesi, dopo aver indagato le abitudini alimentari di mille persone di età compresa fra i 15 e i 64 anni.


Come far fronte allora all’insorgere di questi disturbi e come porvi rimedio se sono già in atto? In questi casi gli esperti consigliano, a livello di prevenzione, di rinunciare agli eccessi alimentari, che mettono a dura prova gli organi del nostro apparato digerente e di preferire il consumo di determinati alimenti, stando anche attenti alla modalità con cui sono cotti (fritti e cibi che richiedono tempi di cottura molto lunghi sarebbero ad esempio da evitare).

Accanto a queste prime accortezze gli esperti consigliano poi di fare due passi dopo mangiato e di non eccedere con i superalcolici nelle due ore successive al pasto. Se tuttavia questi rimedi non bastassero a far rientrare il problema digestivo, si possono assumere farmaci di automedicazione, come i procineciti, che favoriscono lo svuotamento gastrico, oppure gli antiacidi, efficaci contro il bruciore di stomaco, o ancora i farmaci antisecretori o gli inibitori di pompa protonica, efficaci contro acidità e dolore di stomaco.






Tags:

Lascia una risposta