Come rimuovere un tatuaggio

8 giugno 2013 12:510 commentiDi:

soleSe sono sempre più numerose le persone che decidono di farsi tatuare un piccolo o grande soggetto sulla propria pelle, è anche in aumento il numero dei possibili pentimenti. Alla rimozione del tatuaggio pensa infatti oggi un terzo dei tatuati, che dunque si sottopone ad un intervento laser.

>  Aumento di stipendio grazie a un tatuaggio

Il laser è infatti lo strumento oggi utilizzato per la rimozione definitiva dei tatuaggi, ma l’ intero intervento deve essere svolto da personale medico specializzato. Gli unici laser efficaci sono infatti quelli appartenenti alla categoria dei q-switched, che sono in grado di generare energia in tempi molto brevi – pochi nanosecondi, e dunque di produrre un fascio di luce che penetra sottopelle.


L’uomo che ha tatuato il suo gatto

Anche sottoponendosi ad un intervento laser, tuttavia, bisogna sapere che saranno comunque necessarie un totale di 10 – 15 sedute per l’ eliminazione completa di un tatuaggio di circa 5 cm, e che i laser stessi hanno una diversa efficacia a seconda del colore dell’ inchiostro da cancellare.

I tatuaggi, infatti, tendono naturalmente a scomparire con il passare del tempo, ma se colori come il nero o il blu vanno via più facilmente, il verde, il viola e il color pelle sono più resistenti. Le carnagioni chiare, infine, hanno più probabilità di successo.






Tags:

Lascia una risposta