Home / Salute / Contraccettivi per le suore
Le pillole contraccettive diminuiscono il rischio di sviluppare cancro alle ovaie e al collo dell'utero, perciò specialisti hanno chiesto al Vaticano di consentire alle religiose di assumere contraccettivi, malgrado il divieto a farlo.

Contraccettivi per le suore

Uno studio pubblicato nella rivista The Lancelet, a Londra, consiglia alle suore di prendere la pillola anticoncezionale per proteggersi dai rischi del celibato, tra cui il cancro dell’utero e i tumori delle ovaie.

I rischi del celibato

Gli autori della ricerca, la dott.ssa Kara Britt e il prof. Roger Short, spiegavano che, dato che le suore non partoriscono, sono sottoposte ad un maggior rischio di sviluppare questi tumori maligni.

Le donne che non rimangono mai incinte, così come quelle che hanno una prima mestruazione precoce o una menopausa tardiva, presentano un maggior numero di cicli mestruali nell’arco della loro vita, i quali sono collegati ad un maggior rischio di sviluppare cancro alle ovaie e al collo dell’utero.

I benefici della pillola anticoncezionale

Gli scienziati hanno dichiarato in una intervista trasmessa dalla rinomata catena BBC, che due grandi studi pubblicati nel 2010 dimostrano che le donne che assumono la pillola anticoncezionale hanno un rischio di morte del 12% in meno rispetto a quelle che non l’hanno mai presa. In più, gli specialisti hanno sottolineato che l’assunzione di contraccettivi orali diminuisce il rischio di cancro alle ovaie e al collo dell’utero fino ad un 50% e 60%, rispettivamente.

Malgrado il divieto religioso rispetto il suo utilizzo, i ricercatori hanno dichiarato che il Vaticano dovrebbe consentire alle religiose di assumere la pillola anticoncezionale per la loro salute.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *