Consumo di droga in Italia, meno cannabis e più ketamina

15 dicembre 2013 09:160 commentiDi:

droghe

Le tipologie di droga in circolazione stanno cambiando, così come cambia l’età dei suoi consumatori.

A mostrare l’andamento del consumo di droga in Italia è il rapporto «Nuove droghe – Aggiornamento sulle nuove sostanze psicoattive».

I dati grazie ai quali è stato possibile stilare il rapporto sono quelli che arrivano dalle analisi delle acque reflue della Lombardia, regione da sempre nei primi posti della classifica del consumo di droga in Italia. Il centro della droga nella regione è il suo capoluogo Milano, dove arrivano i nuovi tipi di droga dall’estero per poi diffondersi nel resto d’Italia.


Le analisi hanno mostrato che c’è un calo tendenziale nell’uso di droghe leggere, in particolare la cannabis il cui consumo è sceso dalle 62 mila dosi giornaliere del 2011 alle 52.300 del 2012, e, di contro, un aumento dell’uso di sostanze con effetti maggiori come l’eroina (il consumo è rimasto invariato) e la cocaina, le cui dosi giornaliere consumate nella regione sono passate da 11 mila a 13 mila.

Il rapporto evidenzia anche una tendenza sempre più spiccata all’uso di droghe chimiche, quali l’ectasy e soprattutto la ketamina, i cui effetti sul cervello sono devastanti. Questo nuovo tipo di droghe sono inoltre anche facilmente reperibili su Internet, dove vengono vendute come integratori o profumi, e sono usate soprattutto dalle fasce di età più basse.






Tags:

Lascia una risposta