Contrastare l’ipertensione con olio di sesamo e di crusca

24 settembre 2012 12:040 commenti

Numerosi studi evidenziano come l’ipertensione possa essere facilmente contrastata non solo mediante l’utilizzo di farmaci ad hoc ma anche includendo nella propria dieta alimenti che hanno tra le loro proprietà anche quella di contribuire a contrastare l’innalzamento della pressione arteriosa. A pochi giorni dalla notizia secondo cui si può contrastare l’ipertensione con lo yogurt, arrivano i risultati di un altro importante studio che dimostra come risultati analoghi possano essere ottenuti mediante l’utilizzo combinato di olio di sesamo e di crusca, che aiuterebbero anche ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.

Lo studio che ha dimostrato l’efficacia di questi due oli è stato condotto dal Dipartimento di Malattie Cardiovascolari dell’Università di Fukuoka Chikushi Hospital di Chikushino e presentato in occasione dell’American Heart Association’s High Blood Pressure Research 2012 Scientific Sessions. Più nel dettaglio, gli studiosi hanno condotto la ricerca su un campione di 300 soggetti, di entrambi i sessi, aventi un’età media di 57 anni e aventi una pressione lievemente o moderatamente alta. I partecipanti allo studio sono stati suddivisi in tre distinti gruppi: al primo gruppo è stato somministrato un farmaco generalmente utilizzato in caso di ipertensione, al secondo gruppo è stato fatto includere all’interno della propria dieta un utilizzo combinato di olio di sesamo e olio di crusca nella quantità di 1 grammo al giorno, mentre agli appartenenti al terzo gruppo è stato fatto assumere sia il medicinale che i due oli.

Al termine del periodo, tutti i partecipanti hanno mostrato una diminuzione della pressione arteriosa sistolica. In particolare, le persone del gruppo che assumeva soltanto il farmaco ha manifestato un abbassamento della pressione sistolica di 14 punti, per chi aveva assunto solo la miscela di oli la riduzione era stata di 16 punti, mentre per il terzo gruppo, quello che aveva beneficiato sia del farmaco che della miscela di oli, il valore sistolico è calato di ben 36 punti. Per coloro che avevano utilizzato gli oli, inoltre, è stato registrato anche un abbassamento del livello di colesterolo nel sangue.

Tags:

Lascia una risposta