Contrastare le malattie croniche

15 novembre 2012 17:550 commentiDi:

Le malattie croniche sono responsabili del più alto tasso di mortalità sia all’interno dei Paesi europei che a livello globale. Esse comprendono un ampio insieme di patologie, come le malattie cardiovascolari, l’ictus, il cancro, il diabete e le malattie respiratorie. Nello stesso gruppo di patologie, inoltre, rientrano anche le malattie mentali, quelli dell’apparato gastrointestinale e le malattie genetiche. Si tratta di condizioni patologiche che solitamente hanno origine in età giovanile per poi svilupparsi e manifestarsi clinicamente anche dopo alcuni decenni.

Psicoterapia per le malattie croniche

Le cause delle malattie croniche si possono ricondurre ai classici stili di vita non corretti in termini di salute quali, ad esempio, un’alimentazione non sana, il fumo di tabacco, l’eccessivo uso di alcol o la dipendenza da sostanze psicotrope. Queste cause possono condurre ai fattori di rischio intermedi come l’ipertensione, l’eccesso di colesterolo e l’obesità. Ci poi fattori immodificabili come la predisposizione genetica o l’età.

La promozione di stili di vita sani sembra comunque la risorsa principale da utilizzare contro l’ascesa delle malattie croniche nel contesto globale. In effetti, l’adozione di abitudini salutari diminuisce in modo significativo il rischio di sviluppare queste malattie.

Le malattie croniche possono svilupparsi anche a partire da fattori meno diretti, aspetti più generali o ambientali, che si riferiscono all’ambiente sociale, alla condizione economica ecc. Questi fattori sono considerati le “cause delle cause”, cioè la base dalla quale si sviluppano i fattori di rischio e le patologie.

 

Tags:

Lascia una risposta