Cosa fare in caso di celiachia

16 giugno 2013 08:300 commentiDi:

57307567[1]A volte è possibile che il nostro organismo reagisca in maniera anomala all’ ingestione di alcuni cibi. Uno dei casi più tipici e diffusi di questo tipo, ad esempio, è quello della celiachia. La celiachia è infatti una intolleranza alimentare permanente al glutine, una proteina che si trova all’ interno di numerosi cibi che ingeriamo.

Che cos’è la celiachia

Il glutine è presente infatti soprattutto all’ interno dei cereali, come grano, farro, orzo, segale, avena, che costituiscono un po’ la base della nostra dieta mediterranea. Nel caso in cui, dunque, si riscontri una reazione anomala del nostro organismo all’ ingestione di questi alimenti è necessario prendere dei provvedimenti.

> I disturbi dell’intolleranza al lattosio

I celiaci devono seguire infatti una dieta priva dell’ allergene, cioè priva di glutine, per evitare che nell’ intestino si scateni una vera e propria reazione tossica che comporta l’ alterazione della funzione di assorbimento propria delle pareti intestinali.

In secondo luogo ci si deve sottoporre a degli esami che dimostrino l’ allergia ad un particolare cibo. Esistono in questo caso due tipi di test, i prick test e i rast test. Mentre i secondi sono esami del sangue che rilevano la quantità di anticorpi prodotti contro l’ allergene, i primi sono più simili alle normali “prove allergiche”.

Tags:

Lascia una risposta