Quali sono le malattie da pneumococco?

20 dicembre 2011 07:040 commenti

Con il termine “malattie da pneumococco” si designano le patologie causate da un batterio, il Streptococcus pneumoniae (S. pneumoniae), noto anche come pneumococco, e che può provocare polmoniti, meningite batterica, infezioni del sangue o sepsi e otite media.

Le malattie da pneumococco sono la causa numero uno di morte nel mondo per i bambini sotto i 5 anni d’età, pur esistendo un vaccino che evita l’infezione.

Queste patologie possono suddividersi in non invasive e invasive. Le malattie non invasive si verificano all’esterno dei principali organi o del sangue; possono diffondersi dal naso e gola al tratto respiratorio.

Malattie da pneumococco non invasive

Tra queste si trova l’otite media, un’infezione dell’orecchio medio che comporta l’accumulo di liquido nell’orecchio medio, gonfiore del timpano e mal d’orecchi. Se si verifica perforazione del timpano, si avrà un drenaggio di pus nel condotto uditivo. L’altra malattia non invasiva è la polmonite non batteriemica, un’infezione del tratto respiratorio inferiore, in cui non si verifica la diffusione di batteri nel sangue.


Sepsi, meningite e polmonite: le più gravi

Nelle malattie da pneumococco invasive, i batteri si diffondono all’interno di un organo o nel sangue, provocando patologie più gravi. Tra queste, vi sono la batteriemia e la sepsi, infezioni batteriche del sangue. La batteriemia è la sola presenza di batteri nel sangue, mentre la sepsi è un’infezione grave del sangue, associata a cambi nella permeabilità dei capillari, shock e un importante esposizione nel rischio di morte.

La meningite è un’infiammazione grave delle meningi, che sono le tre membrane che rivestono il cervello e il midollo spinale. Infine, la polmonite batteriemica, oltre all’infiammazione dei polmoni, prevede la presenza di pneumococchi nel sangue.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa un 1,6 milioni di persone muoiono ogni anno a causa di malattie da pneumococco in tutto il mondo; tra queste, più della metà sono bambini sotto i 5 anni, sopratutto nei paesi più poveri, ma non solo: in America, si verificano due bambini morti ogni ora a causa di queste patologie. Tuttavia, un semplice vaccino potrebbe limitare in gran parte queste decessi, ma la vaccinazione non è spesso effettuata nemmeno nei Paesi più sviluppati.






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta