Cronorischio e malattie legate al tempo

17 dicembre 2012 17:340 commentiDi:

Tra alcune patologie e il fattore tempo esiste un rapporto molto stretto. Questo perché anche il corpo umano può, in ultima analisi, essere considerato una grande e perfetta macchina che funziona come un orologio, con propri ritmi e proprie funzioni, che seguono una ben determinata sequenza. Si parla sempre di più, infatti, da alcuni anni, di orologio biologico.

► Conosci il tuo orologio biologico?

Per alcune patologie è dunque possibile individuare un momento sull’asse temporale, misurabile in ore, giorni o stagioni a seconda dei casi, in cui il rischio o l’incidenza diventano maggiore. Si parla in questi casi di cronorischio. Ma quali sono le malattie maggiormente legate al nostro bioritmo?

L’infarto, ad esempio, è una patologia che si verifica più frequentemente al mattino, quando alcuni elementi come pressione arteriosa, catecolamine e frequenza cardiaca sono più alte.


► Più rischi per il cuore durante la stagione fredda

Anche gli ictus si concentrano maggiormente nelle ore del mattino, attorno alle 8, mentre gli aneurismi aortici sono più probabili nel tardo pomeriggio. Le coliche renali sono poco probabili di notte, mentre le convulsioni da febbre nei bambini sono più frequenti dopo le 18.

Per gli stessi motivi il maggior numero di suicidi “riusciti” si registra fra mezzogiorno e le 16 quando i livelli di serotonina diminuiscono e aumentano quelli dell’adrenalina, che stimola comportament aggressivi verso se stessi o verso gli altri. Gli incidenti stradali, invece, fanno registrare il loro picco fra le 4 e le 8 del mattino, quando le capacità di attenzione e concentrazione sono più ridotte.






Tags:

Lascia una risposta