Home / Salute / Diabete: arriva il cerotto per controllare gli zuccheri nel sangue

Diabete: arriva il cerotto per controllare gli zuccheri nel sangue

Niente più punture quotidiane per monitorare i livelli di glicemia: i pazienti piemontesi affetti da diabete mellito nelle forme più gravi e che necessitano di almeno 150 misurazioni mensili ora potranno controllarsi semplicemente utilizzando un cerotto e uno smartphone, forniti gratuitamente dal sistema sanitario regionale.

Il monitoraggio avviene attraverso un sensore che può essere applicato sulla pelle nella modalità di un cerotto ed è in grado di misurare continuamente per un massimo di 14 giorni i livelli di glucosio a intervalli di un minuto, memorizzando i dati delle ultime otto ore.

Con un lettore o uno smartphone, è poi possibile visualizzare in tempo reale il livello di glicemia insieme a un grafico che mostra il trend del glucosio (in aumento o in diminuzione) nelle otto ore precedenti.

“Si tratta di un’innovazione che vuole rendere più facile la vita dei pazienti,riducendone i disagi” sottolinea l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta.

Secondo le stime, il nuovo metodo sarà utilizzato da circa 6.000 pazienti piemontesi,

In particolare, il Flash glucose monitoring è destinato ai pazienti trattati con insulina per i quali le linee guida nazionali prevedono almeno 150 automisurazioni mensili (dunque almeno cinque al giorno), alle donne in gravidanza complicata da diabete, ai pazienti trattati con insulina con precedente ipoglicemia severa o asintomatica, che hanno comprovata ansia da agofobia o da iper ipoglicemia oppure che svolgono un lavoro che impedisce un agevole controllo con il metodo delle lancette pungidito.