Diagnosi e rimedi per l’osteoporosi

27 dicembre 2012 20:470 commentiDi:

L’osteoporosi è una patologia che colpisce il sistema scheletrico comportando una perdita del patrimonio minerale delle ossa, che con il tempo perdono la loro consistenza, diventando fragili e porose e dunque più soggette ad eventuali rotture, con o senza la presenza congiunta di traumi. Le ossa delle persone che soffrono di questa malattia infatti possono a volte anche rompersi spontaneamente senza contingente sollecitazione esterna.

L’osteoporosi è una patologia molto diffusa tra le donne di una certa età, in cui il decorso della malattia è accelerato dal sopraggiungere della menopausa e dalla conseguente riduzione della concentrazione di estrogeni nel corpo femminile. Gli uomini tuttavia non sono esenti dalla malattia, anzi per loro la percentuale di recidività in caso di fratture di fragilità raggiunge anche livelli più alti.


Attualmente l’osteoporosi è diagnosticabile attraverso la MOC, la Mineralogia ossea computerizzata, che grazie ai raggi X rileva lo spessore della massa ossea, che costituisce uno dei principali fattori di rischio se al di sotto di certi valori. Tra gli altri fattori di rischio vi sono la familiarità, lo scarso apporto di calcio con la dieta, la riduzione della attività fisica e il fumo.

> 10 modi per assumere più calcio

I rimedi possibili per abbassare il rischio di questa malattia sono un più ampio apporto di calcio nella dieta, una regolare attività fisica e una normale disponibilità di vitamina D.






Tags:

Lascia una risposta