Diminuisce la spesa sanitaria pubblica in tutta Europa

24 novembre 2013 08:070 commentiDi:

sanita-11

Sono tante le ricerche e i sondaggi condotti negli ultimi tempi che indicano un calo generalizzato delle spese mediche dei cittadini dei tanti paesi colpiti dalla crisi economiche. Ora, un nuovo studio dell’Ocse, dimostra che anche i governi devono fare i conti con la crisi e ridurre la spesa, compresa quella per la sanità.

Il rapporto annuale “Health at a Glance 2013” mostra che un terzo dei 34 paesi membri, compresa l’Italia, ha ridotto gli investimenti e le spese per la sanità e anche i paesi che solitamente hanno minore problemi di budget pubbliche hanno mostrato una tendenza a diminuire le risorse impiegate nel settore.


Il calo della spesa pubblica in Italia è stato stimato allo  0,4% nel triennio 2009-2011, con spesa media per ogni cittadino di 3012 dollari, oltre 300 in meno della media Ocse (3.322) e quasi 2.000 in meno di quelli che sono stati spesi per ogni cittadino della Norvegia, della Svizzera e dell’Olanda.  

Nel complesso, la spesa media per la sanità nei paesi membri dell’Ocse paesi tra il 2009 e il 2011 è cresciuta dello 0,2%, contro il 4,1% del triennio precedente. L’organizzazione evidenzia che la riduzione della spesa per la sanità non è un buon investimento sul lungo termine, in quanto la spesa successiva sarà superiore. 

 






Tags:

Lascia una risposta