Il disturbo di evitamento sociale

23 febbraio 2013 13:300 commentiDi:

L‘evitamento sociale riguarda un disturbo di personalità caratterizzato da estrema paura di non essere accettati, di essere umiliati o di trovrsi in imbarazzo. Queste persone non cercano di stabilire relazioni con gli altri. Possono avere un amico o due al massimo e ricercano sempre la loro incondizionata accettazione.
Ci sono altri disturbi di personalità che possono portare all’isolamento sociale. L’evitante sociale, tuttavia, ha un grande bisogno di affetto e di accettazione. La bassa autostima e la scarsa immagine di sé sono le dinamiche alla base di queste persone.
Le persone che soffrono del disturbo di evitamento sociale sono preoccupate del modo in cui saranno valutati dagli altri. Per ogni segno di disapprovazione, anche se piccolo, si sentono schiacciati.
Queste persone quindi evitano i contatti sociali, ma soffrono per la loro incapacità di relazionarsi bene con gli altri.
In generale, questo problema negli adulti è associato alla depressione, all’ansia e alla rabbia contro se stessi per l’incapacità di sviluppare relazioni sociali. Anche il funzionamento al lavoro può avere problemi e le persone si sviluppano di solito dei problemi di solitudine.
Il trattamento rapido in questi casi è importante, perché molti casi di depressioni croniche sono il risultato dell’evitamento sociale. E’ importante individuare i comportamenti che mantengono l’isolamentoe lavorare su questi.

 

Tags:

Lascia una risposta