Diventare ricchi con la felicità

21 novembre 2012 14:150 commentiDi:

Il reddito incide, almeno in parte, sulla felicità personale. E questo è un assunto su cui sociologi, psicologi e studiosi del comportamento sono ormai comunemente d’accordo, perché diversi studi del passato hanno dimostrato che tra reddito e benessere psicologico (che potremmo forse definire felicità) esiste una precisa correlazione.

Ma la felicità personale riesce, in qualche maniera, ad influenzare il reddito? E’ questa la domanda che si sono posti gli autori di uno studio recentemente pubblicato su Pnas (Proceedings of the National Academy of Sciences), che hanno esaminato 10mila casi di adolescenti, arrivando a dimostrare che i ragazzi che si dichiarano soddisfatti della propria vita hanno più possibilità di raggiungere alti guadagni nella loro carriera professionale.

Secondo i risultati di questa ricerca, infatti, i ragazzi di età compresa tra i 16 e i 22 anni che ritenevano di essere felici e soddisfatti della propria vita arrivavano a 29 con un reddito già molto buono, riuscendo a guadagnare il 10% in più rispetto alla media, mentre al contrario, coloro che hanno vissuto un’adolescenza infelice o che avevano indicato un livello di soddisfazione inferiore, percepivano un reddito inferiore del 30% rispetto ai loro coetanei “felici”.

Ma quale è la ragione di questo fenomeno? La motivazione è di tipo neuroscientifico. Secondo i ricercatori, infatti, il benessere psicologico induce gli individui a focalizzarsi sulle emozioni positive, stimolando così il sistema dopaminergico, che a sua volta favorisce la capacità di memorizzazione e concentrazione, qualità senza dubbio necessarie allo sviluppo di una brillante carriera, che è presupposto per il raggiungimento di alti guadagni.

La scienza, inoltre, ci mette in guardia nei confronti di un’altra credenza popolare, quella secondo cui le persone più ricche sarebbero anche le più felici: secondo uno studio pubblicato sempre su Pnas, il denaro non è condizione sufficiente per la felicità, che è invece associata a una complessa serie di fattori, mentre la soddisfazione economica può al massimo indurre uno stato di benessere temporaneo.

Se, alla luce di tutto questo, siete curiosi di sapere dove si trovano nel nostro continente gli uomini più “felici”, potete leggere questo post sulla città più felice d’Europa.

 

Tags:

Lascia una risposta